Riscoprire le nostre radici, rivalutare i vini del territorio. Il Cirò e i vini a Indicazione Geografica Calabria celebri in tutto il mondo, vini affinati in botti di acciaio a temperatura controllata e in  botti di legno; il tutto sempre attraverso una costante ricerca della qualità e una particolare attenzione alla tutela dell' ambiente. Proporre al consumatore tipologie di vini autentici nell'assoluto rispetto della tradizione territoriale Cirotana e Calabrese

I mercati saraceni

territorio

Brevi cenni storici

La vite in Calabria e in particolare nel cirotano, ha messo radici già nel 2000 a.C., Quando i fenici sbarcarono sulle sponde del Mar Ionio. Il ritrovamento di reperti e i tanti miti, dimostrano con certezza una massiccia presenza dei coloni ellenici nel VIII secolo a.C. e poi nel VII secolo a.C..

Già a quel tempo, i coloni greci apprezzarono la fertilità dei terreni del luogo e per questo, decisero di darle il nome di Enotria, “terra dove si coltiva la vite”. L’ area territoriale oggetto di questo loro interesse fu proprio quella che oggi viene delineata dal disciplinare di produzione Cirò D.O.C. per la produzione questo speciale nettare degli Dei, ed è compresa tra il centro collinare di Cirò, il territorio marino di Cirò Marina, parte dei Comuni di Melissa e Crucoli

Furono gli stessi ellenici ad impiantare nuovi vigneti per poi adottare innovative tecniche di vinificazione, grazie alle quali la produzione del vino assunse in questa terra baciata dal sole, grande importanza.

Castello Carafa

cirò